image_pdfimage_print

Dall'ottocento  LOTTA DI CLASSE ha avuto un significato chiaro: era lo strumento dei lavoratori e dei proletari per affrancarsi dalla loro condizione di lavoro e di vita e migliorare il proprio stato. Una storia nobile, da Spartacus attraverso la Comune di Parigi, il Biennio rosso nel mondo e in Italia per arrivare al '68 e padri riconosciuti da Marx e Engels passando per Lenin e la rivoluzione russa, Mao e la Cina.

Sembrava inarrestabile questa forza che si espandeva in tutto il mondo e che doveva portare all'eguaglianza e alla liberazione dall'oppressione del lavoro.

Questo motore all'improvviso ha perso lo smalto e altri si sono impossessati di questo strumento.

Senza mai nominarla, i ricchi capitalisti con i loro strumenti finanziari e il controllo dei poteri politici hanno ribaltato la situazione e stanno vincendo, la LOTTA DI CLASSE è diventata quella dei ricchi contro i lavoratori di tutte le condizione, dagli operai ai lavoratori intellettuali.

In pochi anni hanno di nuovo rimesso gli altri ai loro piedi, la differenza di condizione tra i più ricchi e i più poveri è di nuovo abissale e i ceti intermedi non ci sono più, anche loro si sono spostati verso gli strati più bassi.

Share