image_pdfimage_print

Generazione indomabile!!

L'altro giorno all'interno del gruppo di Quota96 che ruota tra il blog Quota96, gestito da Franco Spirito e questo mio blog, si proponeva di raccontare l'esperienza di una generazione, partendo dal gruppo di "irriducibili" che ruotano intorno al gruppo.

L'idea di base era non solo elaborare un testo, libro, blog o film sull'esperienza di Quota96, come hanno già fatto il gruppo FB del comitato civico Q96, ma tutta la nostra esperienza di lotta che abbiamo attraversato.

Siamo la generazione del boom economico degli anni '70, ma siamo anche protagonisti di un fecondo periodo di iniziative che hanno cambiato l'Italia, a partire dalle lotte degli operai e degli studenti che hanno messo "soqquadro" l'Italia perbenismo uscita dalla guerra dotto l'egida della Democrazie Cristiana e della chiesa cattolica che in Italia aveva un peso preponderante.

Ma siamo anche quelli che abbiamo lottato contro il perbenismo del PCI, ancora titubante a schierarsi a favore del divorzio per paura di smuovere lo status quo, in quanto nei rigidi cerimoniali di via Botteghe Oscure (vecchia sede del PCI), ancora legati all'Unione Sovietica, non avevano capito che l'Italia era cambiata e non avevano capito che i giovani erano la risorsa migliore per spingere il paese a nuovi orizzonti.

Non lo hanno capito nel '68 e nemmeno nel '77 e adesso dopo anni di restaurazione liberista e capitalista ci troviamo con un non.partito, gestito da gruppi di amici, che ancora adesso non hanno rapporti con chi dovrebbero rappresentare, anzi hanno sposato le tesi dell'avversario e se ne vantano.

Ecco perché chi ieri, 13 novembre era a Roma allo sciopero contro la scuola del governo a guida PD (ex PCI) sono una generazione che ha lottato sempre contro la DC di allora e contro il PD di adesso, perché i vecchi simboli ormai non contano più, sono le idee e le azioni a identificare se si è a favore o contro i lavoratori.

Forse questi vecchi lavoratori hanno tanto da insegnare a quei barbari e incolti giovanotti che al governo si sono sentiti onnipotenti e hanno distrutto quella scuola che i vecchi hanno costruito e adesso aspettano la meritata pensione.

Ecco questa è la "Migliore Gioventù" di quegli anni fecondi.

IMG_3940 IMG_3944 IMG_3945 IMG_3942
IMG_3941 IMG_3948 IMG_3939
Share