image_pdfimage_print

DELIRIO DI ONNIPOTENZA

In attesa di pubblicare notizie su una pratica sindacale di assegnazione classi da me seguita da 3 anni, che è simile a questa.

Da un e-mail di aiuto ai Cobas di Torino

URGENTISSIMO: IMPOSIZIONE CAMBIO MATERIE E IMPOSIZIONE SERVIZIO SU DUE SCUOLE LONTANISSIME NELLO STESSO GIORNO

URGENTE::::::::: Cattedra definitiva data dal csa a docente di ruolo composta MALISSIMO:
13 ore in una scuola con dirigente dittatore e pazzo (12 ore di materie
letterarie e 1 nn si sa) SCUOLA MEDIA ..... e 5 ore in altra scuola con dirigente corretto e normale (4 ore sto e geo  1 approfondimento materie letterarie)
Il dirigente pazzo ha diviso l'orario in questo modo:
6 ore italiano in una classe
4 ore storia e geo altra classe
2 ore storia altra classe 1 ora mensa su una classe che non ho, non avendo classi che fanno il prolungato 3 giorni a settimana: lunedì, mercoledì, giovedì

 Venerdì mattina mi ha aspettato prima delle 8 per dirmi che a cambiato idea e che dà le 6 ore di italiano a una collega appena arrivata, amica del dirigente (che da brava ragazza le vuole e continua a dire che non le cambia  niente) e a me dà tutte le 12 ore di storia e geo.
Facendo questo cambio di orario si accorge che nella sua scuola ho  l'orario su 3 giorni e va su tutte le furie, in quanto sostiene che la sua scuola ha la precedenza sull'altra avendo 13 ore: perciò devo dare 4 giorni a lei e 1 all'altra scuola.
Le ho detto che non posso dare un giorno all'altra scuola perché ho  storia  e geo su una classe e non possono darmi 4 ore in un solo giorno. Si  infuria ancora di più e mi dice che allora il giovedì devo andare dalle 8.00  alle 11.00 nell'altra scuola (l'orario è dalle 09.00 alle 12.00 perché abito a moltissimi km di distanza e non posso arrivare alle 8.00, prendendo treno e poi autobus) e poi andare a completare l'orario da lei (tempo scuola fino alle 14.00).
Nell'altra scuola, ancora più a est rispetto a dove abito e ancora più lontana per km, ho questo orario:
MARTEDI' 09.00/11.00
GIOVEDI' 09.00/12.00
Il martedì uscendo alle 11, prendendo autobus poi treno poi una  scarpinata a piedi posso arrivare a Loano per fare l'ultima ora, dalle 13.00 alle 14.00
Il giovedì uscendo alle ore 12.00 è matematicamente impossibile perché prendendo l'autobus (senza perderlo perché c'è al quarto d'ora poi ai 45 ogni ora e devo fare un pezzo a piedi: quindi se un collega tarda a darmi il cambio lo perdo) il primo treno utile ce l'ho alle 13.24...... quindi troppo tardi per fare anche l'ultima ora.
IL PROBLEMA NON C'E' SE IO MI TENGO L'ORARIO ATTUALE CON LE MATERIE ATTUALI!!!!!!!CIOE' CON LE SE ORE DI ITALIANO. IL PROBLEMA NASCE SE MI SCAMBIA IN MODO DITTATORIALE LE MATERIE: CON TRE GIORNI IN UNA CLASSE VENGONO DUE ORE DI STORIA O DI GEO, NON HO CAPITO BENE...........
Le ho detto che anche volendo non posso in quanto l'autobus ce l'ho alle 11e45 e poi quando arrivo alla stazione non ho subito il treno...... mi  ha detto di andare con la macchina: a parte che mi costerebbe un botto perché sono 80 km (costo benzina e autostrada) ma ne abbiamo solo una che tiene mio marito dopo avermi portato alla stazione la mattina: mi ha fatto sentire una pezzente......che umiliazione......
D'altro canto nell'altra scuola l'orario èdefinitivo e nella scuola del
pazzo io ho già conosciuto la classe, mi sono presentata come insegnante di lettere, ho già cominciato il programma e ho firmato il registro scrivendo LETTERE e il mio nome.

Il dirigente ha telefonato all'altra scuola alla collega che fa l'orario e ha cercato per tutta la mattina di imporre la sua linea.
La collega alle due in aula insegnanti scalpitava e mi ha detto che lunedì dobbiamo già cominciare con l'orario nuovo: le ho detto che io faccio il mio orario e che il dirigente mi farà un ordine di servizio scritto perché non disponibile al cambio.
Ho fatto due righe in fretta e furia scrivendo che non sono disponibile
al cambio, che non posso fare in un giorno servizio su due scuole per la distanza tra le due e perché non ho i mezzi (autobus e treno) che mi facciano arrivare in tempo utile, che h già preso servizio sulla classe come insegnante di lettere e o già firmato il registro come insegnante di lettere e in ultimo ho anche scritto che: visto che prima dell'inizio delle lezioni ho chiesto più volte di scambiare la mia cattedra spezzata con quella di 18 ore solo in questa scuola (cattedra data con una supplenza del CSA) con il benestare del preside bravo (che era d'accordo) per accorciare un po' l'enorme distanza tra la mia abitazione e le due scuole e mi è stato detto di no dal preside pazzo perché non si può scambiare nulla, oggi il principio di immobilità vale anche per la mia cattedra e per l'orario dell'altra scuola che è già definitivo.
ORA: lunedì comincia il mio mese di maternità facoltativa e sono certa che il preside pazzo e la collega simpatica sua amica, ne approfitteranno per scambiare l'orario e darmi il famoso giovedì su due scuole, visto che il preside buono non si scornerà mai con quello pazzo....... così quando rientro (prendo solo questo mese perché non posso usufruire degli altri essendo al 30%) la frittata è fatta e io non saprò proprio come fare.
Oltre a non essere giusto per me diventerà impossibile affrontare il famoso giovedì......
Vorrei scrivere una raccomandata da anticipare via fax lunedì per tutelarmi:
COSA SCRIVO????? C'E' Q'UALCHE NORMATIVA CHE MI PUO' ESSERE  D'AIUTO??????
GRAZIE::::::::::::::::::::::E' URGENTISSIMO

Share