I figli degli altri

Senza pudore i nuovi arrivati, ministri per grazia ricevuta, sproloquiano sui figli degli altri, che non sono flessibili, che non si adattano, che vogliono un lavoro vicino casa, ben retribuito e per tutta la vita. Benpensanti, con il loro stile da signori perbene, con le loro frequentazioni altolocate e nei posti giusti, vogliono obbligare i…
Leggi tutto

Share

07/02/2012 0