Comitato Siderno ha già dato contro TMB

Comitato Siderno ha già dato contro TMB

09/11/2020 Lavoro 0
image_pdfimage_print

I sottoscritti cittadini, organizzazioni, movimenti e partiti hanno inviato un documento alla regione e a tutti gli enti che parteciperanno alla conferenza dei servizi contro l’ampliamento dell’impianto di San Leo.

OSSERVAZIONI

Sull’avviso pubblico relativo alla presentazione dell’istanza per l’avvio del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale del progetto definitivo dell’impianto di TMB da realizzare in ampliamento in località San Leo del Comune di Siderno e notificato al Comune di Siderno con protocollo n.23548/2020 in data 07.09.2020.

Noi sottoscritti Cittadini, i rappresentanti delle Associazioni Ambientalistiche, di Partiti e Movimenti politici, riuniti nel Comitato per la salvaguardia del territorio “Siderno ha già dato”:

-chiediamo linterruzione della procedura di valutazione di impatto ambientale relativa al progetto suddetto;

-censuriamo l’illegittimità e la superficialità con cui si sta procedendo nell’elaborazione di un progetto, che avrà un impatto ambientale insostenibile per la salute e l’ambiente, in contrasto con la normativa nazionale ed europea;

-denunciamo l’atto di imperio che aggrava le condizioni di vita dei residenti;

-invitiamo le Autorità competenti ad attivarsi affinché sia salvaguardato il diritto alla salute e sia tutelato il patrimonio paesaggistico, ambientale, turistico commerciale e agricolo, archeologico della Città di Siderno.

A tal proposito osserviamo quanto segue.

L’ampliamento dell’impianto TMB di Siderno è improponibile ed illegittimo per una serie di violazioni di leggi.

In particolare si mette a rischio la salute dei cittadini, si infrange il divieto statutario di nuove fabbriche chimiche sul territorio sidernese, si trasgredisce il vigente piano regionale dei rifiuti Calabria e le norme urbanistiche e ambientali a tutela del sito, si sottovalutano i rischi idrogeologici, geotecnici e relativi a depositi archeologici.

Per tutte queste controindicazioni riteniamo improponibile ed illegittimo l’approvazione del suddetto piano di ampliamento del TMB e chiediamo che l’impianto sia allocato in altro sito idoneo, fuori dal territorio di Siderno, con minore densità abitativa, previa discussione con i Comuni e con la popolazione interessata e nel pieno rispetto della salute, dell’incolumità pubblica e dell’ambiente.

Noi pensiamo che sarebbe opportuno ragionare in una prospettiva diversa.

Innanzitutto ogni comune della Calabria dovrebbe in tempi brevissimi passare alla raccolta differenziata con una gestione propria dei rifiuti organici, incentivando il compostaggio domestico e di prossimità.

La plastica e la carta dovrebbero essere portati in centri di raccolta per il riciclo, che si dovrebbe attuare attraverso i consorzi oppure attraverso la lavorazione in loco, da preferirsi per chiudere la filiera nel nostro territorio.

Ridurre luso delle plastiche e sostituirle con materiali riutilizzabili.

Tale scelta, più impegnativa, ci consentirebbe di avviare cicli di lavorazione con importanti riflessi occupazionali.

Così facendo il rifiuto indifferenziato diventerebbe la parte residuale e minimale.

Si invita la regione Calabria e gli Enti interessati a rivedere la pianificazione dell’opera sul territorio sidernese e adottare ogni iniziativa a tutela del diritto alla salute, impedendo il protrarsi di una situazione di invivibilità dell’area di San Leo.

Sottoscrivono

Cittadini e Associazioni firmatarie presenti sul territorio sidernese:

Comitato Riviera Pulita (presidente Stefanie Angele Simone)

Comitato a Difesa della Salute dei Cittadini Sidernesi (portavoce Francesco ing. Martino)

Comitato Ecologico Pantanizzi (portavoce Giuseppe Ieraci)

Associazione Il Volo (presidente Giuseppe avv. Caruso)

Comunisti Uniti per Siderno con Candidato a Sindaco Antonio Sgambelluri – Partito Comunista, Sezione Prov. “Bolognino” Siderno

Movimento “Siderno nel Cuore” con Candidato a Sindaco prof. Domenico Barranca

Movimento “Noi per Siderno” con Candidato a Sindaco avv. Antonio Cutugno

Fattore Comune Siderno –  Sinistra Italiana, Circolo Berlinguer di Siderno (segretario Giuseppe avv. Oppedisano)

Angelo Francesco avv. Macrì 

Vincenzo ing. Mesiti

Anna avv. Romeo, già Assessore all’Ambiente per il Comune di Siderno

Dott. Domenico Catalano

Claudia Albanese

Sasà Albanese

 Damocle Argirò

Domenico Barranca

Luigi Brugnano

Prof. Rita Commisso

Antonio avv. Florenzano

Prof. Paolo Fragomeni

Bianca avv. Gerace

Cinzia avv. Lascala

Francesca Lacopo

Marcello Lombardo

Ercole Macrì

Enza Mandarino

Graziella Muià

Domenico ing. Panetta

Cosimo ing. Pellegrino

Marinella Romeo

Agostino Santacroce

Antonella avv. Sgambellone

Giuseppe avv. Sgambellone

Cesira Sorace

Carmelo Tripodi

Geom. Mario Stefanelli

Vincenzo avv. Vitale

Antonio Petrolo

Francesco Pedullà

Pietro Multari

Pubblicato su Riviera 8 novembre 2020

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 − due =

 

Share
Share